svago e sport - www.giusepperodi.it

www.giusepperodi.it
personal website and book story
website aggiornato al 20 aprile 2020
Title
Vai ai contenuti
Lo svago radiofonico, che costituisce anche esperienza, è iniziato a poco più di diciassette anni. Ebbi la possibilità di iniziare a trasmettere in una modesta radio messinese, denominata Radio Vega dello Stretto, e non posso dimenticare la prima. Io dietro un banco di regia a fare anche lo speaker destreggiandomi tra mixer, piatti (giradisci) e tape (cassette) per non pensare al microfono. Senza alcuna paura, e con la massima determinazione, il mio primo saluto radiofonico ed il lancio (annuncio) dei dischi. Indimenticabile. I colleghi, tra i quali Antonio, Niki, Piero, ed altri, rimasero icreduli pensando che non era realmente la "prima" ma, secondo loro, venivo da qualche altra radio. Ma non era così. Dopo qualche anno, ovvero dall'1984, il passaggio a "MESSINA ONDE RADIO". Un salto di qualità. Bene accolto dalla proprietà ho avuto ampio spazio e non posso dimenticare, su tutti, i colleghi Francesca, Maria Giovanna e Angelo. Anche questa una bellissima esperienza. Ricordo con piacere che, in una ricorrenza dell'epifania, dovendosi procedere alla premiazione di un quiz natalizia, tenutosi all'hotel Viola di Villafranca Tirrena, mancò il collega che doveva improvvisarsi quale "befana". Ad un disagio arriva una soluzione. Mi sono offerto di fare la befana, tra le perplessità di colleghi e proprietà della radio, e, dopo aver saputo camuffare anche la voce da vecchia nonnina, con la scopa in mano, vi fu il divertimento assoluto in pista. Alla fine tutti si domandarono chi era la misteriosa "befana". Tra l'incredulità di tutti si scoprì che, in realtà, era un befano ed ero proprio io. I complimenti dei partecipanti hanno coronato il successo della serata. Purtroppo, a causa del'alluvione di Scaletta Zanclea (01.10.2009), sono state distrutte tutte le foto e, pertanto, mi ritrovo soltanto quella della ho pubblicato.


head /head
Entrando in campo non manca l'emozione. Ironicamente posso dire che, tranne la palla, ho fatto proprio di tutto. Il calciatore, l'allenatore, il presidente di società calcistica, l'arbitro ed il giornalista sportivo. Certo modeste esperienze se non quella di giornalista sportivo per il quotidiano LA SICILIA. La mia prima esperienza di giornalista sportivo l'ebbi nel marzo del 1991. Fu così che, il compianto e apprezzato Gino Mauro, mi consentì a iniziare a scrivere per LA SICILIA. Poi, in seguito, mi confidò che la mia collaborazione fu decisa per l'auto candidatura e non per essere stato raccomandato da qualcuno. Fu apprezzato anche per il senso di iniziativa. Dal calcio minore fino a un Giarre-Licata, diretta dallo Stadio Giovanni Celeste di Messina, per Antenna Sicilia. Una emozione indescrivibie. Poi un servizio, per una testata minore, ad Avellino. Incontro di qualificazione ai Mondiali che vedeva contrapposta l'Italia alla Russia. Altra esperienza indescrivibile. Lasciando l'esperienza giornalistica sportiva, e ritornando al calcio, le modeste esperienze calcistiche, nelle diverse vesti, mi hanno consentito di conoscere meglio un'altra parte della nostra società. Il calcio dalle sfere minori a quelle maggiori e le diverse differenze costituite dalla passione )calcio gratuito) alla professinalità (giocatori stipendiati). In una occasione, addirittura, la conoscenza più diretta con Salvatore Schillaci. Ex giocatore del Messina e della Juventus. Entrambi eravamo ricoverati all'Ospedale Margherita. Io per una appendicite, in fase di trasformazione peritonite, e lui per un oggetto che gli colpì il viso con punti di sutura. Ciò, per diversi giorni, gli evitò di esentarsi dal servizio militare.
Tutti i diritti sono riservati a: Giuseppe Rodi & G.R.C.S. SRLS
Corso Umberto I n. 51 - 0942 52402 - 98035 Giardini Naxos (ME)
E' vietata la riproduzione, anche parziale, del contenuto di questo sito.
Ogni eventuale violazione sarà perseguita nelle modalità di legge.
Cell. 393 2772772 - Email: grcs@tiscali.it - privacy@giusepperodi.it
Torna ai contenuti